“Leggerezza del respiro” e street style della fotografia di Valentina Broussard

7 Luglio 2023

Il famoso classico Bunin in uno dei suoi racconti di fama internazionale (anno 1916), usava il termine “leggerezza del respiro” come metafora della naturalezza, della gioia di vivere e dell’energia stessa della vita.. La “leggerezza del respiro” di Bunin è sempre presente in Valentina Broussard, fotografa milanese, e la circonda di un alone speciale. Trasmette a tutti il suo amore per la vita e la sua particolare visione dell’arte fotografica…

Foto di Valentina Broussard

Valentina vive a Milano, conosciuta in tutto il mondo come città dello stile e dell’innovazione. Nota per la bellezza architettonica e per la modernità e le grandi potenzialità.

In tuttе le fotografie di Valentina si percepisce il suo sguardo attento e un po’ ironico attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, che riesce a trovare la leggerezza, la positività e grinta in ogni momento della vita nella grande città e nell’azzurro della costa ligure.

Foto di Valentina Broussard

Quando era nata la tua passione per la fotografia?

-Ho cominciato fotografare all’età di dieci anni, seguendo il mio padre, Paolo Broussard. Lui mi aveva trasmesso la forte passione e anche il talento per fotografia.

Piccola Valentina Broussard con il padre, fotografo Paolo Broussard

Ha vinto un concorso indetto dal Corriere della sera a meta’ degli anni 70 e allestito varie mostre nel suo paese di origine (Iseo sul lago – provincia di Brescia)

La foto di due persone che si abbracciano dietro l’ombrellone da mare sono i miei genitori. La foto è stata fatta con un autoscatto.

Foto di Valentina Broussard, 2023

-A parte tuo papà, quale altro fotografo ha avuto un ruolo rilevante nel tuo percorso artistico?

Foto by Valentina Broussard

Direi il workshop di 5 giorni nella capitale Lisbona. Ogni aspirante autore è stato accompagnato per mano da Sara Munari, fotografa e storyteller alla ricerca della propria visione fotografica. Passeggiando per le vie della città ogni persona partecipante al workshop ogni giorno andava a caccia delle foto per costruire un percorso unico e una storia da raccontare.

Foto di Sara Munari

Quale il tuo stile preferito?

-Quello preferito é street style. E’ uno stile nato negli anni ’80 del secolo scorso a Los Angeles. Mi appassiona trovare il luogo e il momento giusto per uno scatto perfetto.

Foto di Valentina Broussard


Nella stagione calda, quando il cielo è limpido senza nuvole e il sole splende, è meglio scattare le foto al mattino prima delle 11.00 o la sera dalle 17.00 alle 19.00. In questi momenti non ci sono ombreggiature. A quest’ora non ci sono ombre dure e la luce del sole è morbida. Se fuori è nuvoloso, non importa a che ora pianificare la sessione fotografica, perché abbiamo già un’illuminazione diffusa e morbida per tutto il giorno.

Foto di Valentina Broussard


Quando si sceglie una location è importante ricordare che il formato street style presuppone un approccio informale e leggero, quindi è meglio scegliere luoghi non glamour, popolari o turistici, ma non banali.

Foto di Valentina Broussard

Una volta scelto il luogo per le riprese, studiate attentamente la location per avere un’idea in anticipo di quali saranno le posizioni più favorevoli in questo o quel punto in termini di sfondo e luce.

Ricordate che la chiave per un servizio fotografico di successo è un’attenta pianificazione e una preparazione dettagliata.

Pertanto, un sopralluogo preliminare vi aiuterà a determinare il momento più adatto per il servizio fotografico. Credetemi, lo sfondo più semplice e monotono, come una staccionata, una porta o un muro, può avere un aspetto molto favorevole nella foto con la giusta illuminazione.

Prestate attenzione ai bordi delle strade, cercate gli ostacoli: le inquadrature più interessanti arrivano da dietro un angolo, da una colonna, da un pilastro, attraverso un vetro…

Quando si sceglie un luogo e un momento, è importante rendersi conto che si sta raccontando una storia, un momento della vita della città. Lo streetstyle è caratterizzato da leggerezza e disinvoltura.

È molto importante prestare attenzione allo sfondo. Di solito attira molta attenzione, secondo solo alla modella. È auspicabile che contrasti con gli abiti scelti dalla modella.
Utilizzate oggetti di scena. Possono essere libri, riviste, un fazzoletto, una borsetta, occhiali, un giornale, un bicchiere di caffè, una retina di frutta. 

Pertanto, è importante creare una storia leggera dietro le quinte e un’immagine unica e interessante della modella, per mostrarla da un lato da cui nessuno l’ha mai vista prima.

Dall’autore di questo articolo a tutti coloro che leggeranno questo manoscritto: la fotografia è una combinazione di diverse arti, scienze con un pizzico di filosofia. Guardiamo il mondo che ci circonda attraverso l’obiettivo magico della macchina fotografica di Valentina Broussard..

Turisti a San Terenzo, foto di Valentina Broussard

6 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Next Story

Club letterario nei nostri tempi o come diventare famoso.