I tarassachi nella neve e le casette di zucchero di Elena.

11 Marzo 2024
“I tarassachi nella neve” by Elena Jiltsova, 2024

Come passiamo il tempo libero all’inizio di marzo?
C’è ancora la neve in collina, ma al mattino c’è anche un cocktail di correnti primaverile nell’aria.
Si ha voglia di fiori, ma anche di riaprire la scatola di cioccolatini di Capodanno.
Così, in una di queste contrastanti giornate di marzo, Elena prese un pennello e scherzosamente fece una pennellata…

O meglio, fu una grande macchia luminosa su un foglio bianco. La macchia si allungò un po’ e cominciò ad assomigliare a qualcosa di familiare. Elena osservò la sua prima pennellata continuare a cambiare per qualche secondo, poi si concentrò su di essa.
Si chinò sulla tela.

“Casetta di zucchero” by Elena Jiltsova, 2024. Podolsk (RU)

– È un articolo molto carino! – esclama Elena Jiltsova dopo aver letto i miei schizzi dell’intervista con lei.

-È vero! È esattamente così che è iniziato tutto.
Da una pennellata casuale è nata la mia prima “casetta di zucchero”
-Mamma, mi fai un disegno sulla carta da parati, finalmente! -Questo è il figlio di Elena, un ragazzo alto e atletico, che secondo lei nella prima infanzia disegnava e faceva applicazioni particolarmente belli..


Oggi visitiamo Elena Jiltsova, autrice di una serie di dipinti caldi e molto positivi.
Le “Casette di zucchero” di Elena sono in grado di migliorare il vostro umore in trenta secondi, sembrano dirigere la luce e il calore verso di voi.
L’otto marzo Elena ha iniziato una serie di dipinti primaverili ed estivi.
La mia attenzione è stata immediatamente attratta dai suoi “Tarasschi”, efficacemente notevoli sullo sfondo dei dipinti innevati.
“Tarasschi nella neve” (“Dandelions in the snow” )è il titolo della nuova serie… No… la neve in questi quadri non si vede… come nella “Casette di zucchero” non ci sono evidenti segni di primavera….
Solo un calore palpabile, così gioioso, inaspettato e allo stesso tempo così familiare a ciascuno si sprigiona da queste immagini per avvolgervi di buonumore e pace …..
E all’improvviso l’aroma dei tarassachi in un mix all’aria fredda di marzo vola intorno a voi.
-I tarassachi non profumano,- osserva il figlio di Elena.

– I miei tarassachi non sono meno profumati delle rose e dei gigli. Sono magici, – risponde l’artista con un sorriso….
Buon inizio primavera a voi! Che le casette di zucchero e i tarassachi nella neve abbiano sempre un posto nella vostra vita.

Previous Story

Il miglior profumo di primavera by Guerlain

Next Story

DUNE di Christian Dior. Profumo vintage ideale per 2024.